Ponza Prima-Med

per uno sviluppo sostenibile nell’area euro-mediterranea

L’ iniziativa Ponza Prima-Med, in collaborazione con il Cerealia Festival (cerealialudi.org), nasce dall’impegno che l’Associazione Prospettive Mediterranee (PM) dedica alla promozione dello sviluppo sostenibile nell’area euro-mediterranea. PM è un’associazione no profit – membro della Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo (RIDE), Capofila italiana della Fondazione Anna Lindh (ALF), che ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa. L’associazione PM organizza attività, ricerche e progetti destinati alla promozione, valorizzazione e tutela delle diverse identità collettive presenti nel bacino del Mar Mediterraneo.

Il nome dell’iniziativa è composto da due parti: la parola Ponza si riferisce all’Arcipelago Pontino, sede delle due precedenti edizioni annuali (2019 e 2020) e della Terza edizione (2021), mentre Prima-Med si riferisce all’organizzazione euro-mediterranea Fondazione Prima ed al suo Segretariato Italiano, che ispira i principali temi dell’iniziativa: economia circolare, cambiamento climatico, e sicurezza alimentare.

  • Prima edizione: 23 settembre 2019 a Ponza
  • Seconda edizione: 13-14 settembre 2020 a Ponza, in occasione del venticinquesimo anniversario della Dichiarazione di Barcellona
  • Terza edizione: 25 -26 luglio a Ponza, 5 settembre e 12 ottobre 2021 a Ventotene.

edizione 2019

edizione 2020

La scelta dell’Arcipelago Pontino come sede dell’iniziativa ha un alto valore simbolico. Il regime fascista italiano confinò dissidenti politici, tra cui Altiero Spinelli, Sandro Pertini, Pietro Nenni e Umberto Terracini sull’isola di Ponza (1937-1939), poi deportati sull’isola di Ventotene (1939-1943), dove nel 1941 Altiero Spinelli scrisse il Manifesto per un’Europa Libera e Unita, immaginando la rinascita di un’Europa democratica e pacifica.
In occasione della Seconda edizione di Ponza Prima-Med, la memoria di questi eventi ha ispirato gli organizzatori a lanciare un Manifesto Euro-Med sullo sviluppo sostenibile. In quest’occasione, gli speakers della conferenza annuale euro-mediterranea inter-istituzionale (Ponza, 14 settembre 2020), – tra cui l’Amb. Miguel Angel Moratinos, Alto Rappresentante dell’ Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC), l’Amb. Nasser Kamel, Segretario Generale dell’Unione per il Mediterraneo, il compianto Dott. Nabil Al-Sharif, Direttore Esecutivo ALF, e il Prof. Angelo Riccaboni, Presidente della Fondazione PRIMA – hanno celebrato, per la prima volta tutti insieme, i valori della cooperazione euro-mediterranea ispirati alla Dichiarazione di Barcellona, in occasione del suo venticinquesimo anniversario, lanciando, per onorare la memoria dei personaggi politici confinati nell’arcipelago – un Manifesto Euro-Med sullo sviluppo sostenibile. I partecipanti hanno concordato sulla proposta di trasformare la Villa delle Tortore, situata nel centro dell’isola di Ponza, in un Centro per L’Alta Formazione e Science Diplomacy sulla sostenibilità – sistemi agro-alimentari, sviluppo sostenibile, cambiamento climatico, economia blu e circolare, Cucina Identitaria – considerando la Villa come sede ideale di attività a beneficio di donne e giovani generazioni dell’area mediterranea.

leggi la brochure di Villa delle Tortore

L’ iniziativa Ponza Prima-Med, in collaborazione con il Cerealia Festival (cerealialudi.org), nasce dall’impegno che l’Associazione Prospettive Mediterranee (PM) dedica alla promozione dello sviluppo sostenibile nell’area euro-mediterranea. PM è un’associazione no profit – membro della Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo (RIDE), Capofila italiana della Fondazione Anna Lindh (ALF), che ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa. L’associazione PM organizza attività, ricerche e progetti destinati alla promozione, valorizzazione e tutela delle diverse identità collettive presenti nel bacino del Mar Mediterraneo.

Il nome dell’iniziativa è composto da due parti: la parola Ponza si riferisce all’Arcipelago Pontino, sede delle due precedenti edizioni annuali (2019 e 2020) e della Terza edizione (2021), mentre Prima-Med si riferisce all’organizzazione euro-mediterranea Fondazione Prima ed al suo Segretariato Italiano, che ispira i principali temi dell’iniziativa: economia circolare, cambiamento climatico, e sicurezza alimentare.

  • Prima edizione: 23 settembre 2019 a Ponza
  • Seconda edizione: 13-14 settembre 2020 a Ponza, in occasione del venticinquesimo anniversario della Dichiarazione di Barcellona
  • Terza edizione: 25 -26 luglio a Ponza, 5 settembre e 12 ottobre 2021 a Ventotene.

edizione 2019

edizione 2020

La scelta dell’Arcipelago Pontino come sede dell’iniziativa ha un alto valore simbolico. Il regime fascista italiano confinò dissidenti politici, tra cui Altiero Spinelli, Sandro Pertini, Pietro Nenni e Umberto Terracini sull’isola di Ponza (1937-1939), poi deportati sull’isola di Ventotene (1939-1943), dove nel 1941 Altiero Spinelli scrisse il Manifesto per un’Europa Libera e Unita, immaginando la rinascita di un’Europa democratica e pacifica.
In occasione della Seconda edizione di Ponza Prima-Med, la memoria di questi eventi ha ispirato gli organizzatori a lanciare un Manifesto Euro-Med sullo sviluppo sostenibile. In quest’occasione, gli speakers della conferenza annuale euro-mediterranea inter-istituzionale (Ponza, 14 settembre 2020), – tra cui l’Amb. Miguel Angel Moratinos, Alto Rappresentante dell’ Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC), l’Amb. Nasser Kamel, Segretario Generale dell’Unione per il Mediterraneo, il compianto Dott. Nabil Al-Sharif, Direttore Esecutivo ALF, e il Prof. Angelo Riccaboni, Presidente della Fondazione PRIMA – hanno celebrato, per la prima volta tutti insieme, i valori della cooperazione euro-mediterranea ispirati alla Dichiarazione di Barcellona, in occasione del suo venticinquesimo anniversario, lanciando, per onorare la memoria dei personaggi politici confinati nell’arcipelago – un Manifesto Euro-Med sullo sviluppo sostenibile. I partecipanti hanno concordato sulla proposta di trasformare la Villa delle Tortore, situata nel centro dell’isola di Ponza, in un Centro per L’Alta Formazione e Science Diplomacy sulla sostenibilità – sistemi agro-alimentari, sviluppo sostenibile, cambiamento climatico, economia blu e circolare, Cucina Identitaria – considerando la Villa come sede ideale di attività a beneficio di donne e giovani generazioni dell’area mediterranea.

leggi la brochure di Villa delle Tortore

Contatti

Non esitate a contattarci per qualunque quesito.

14 + 8 =